UP Magazine Winter 2019 #1 - Page 9

“Spezzati” di AE Wasp. verso il compagno e tutto questo condito dal sesso dove è presente l’anatomia ma- schile che piace alla donna etero. In ogni caso, abbiamo in programma una storia lesbo a conclusione di una serie MM para- normale mpreg, per cui magari, essendosi affezionati alla serie e ai protagonisti, i let- tori daranno una chance al genere. Io scrivo erotico, quindi mi sono spesso posta la domanda, e tu non solo leggi, traduci e editi, ma scegli: che cosa è scabroso per te, in un libro, ovviamente parlando di personaggi adulti? In realtà nulla. Se parliamo di libri, quando tutto è consenziente, per me non esistono limiti. Per la vita reale il discorso è diverso. Come CE prevediamo anche l’in- cesto, per cui vedi che non mettiamo paletti a quelle che sono le fantasie erotiche più o meno lecite delle persone. Abbiamo dei for- bidden romance, che prevedono dei rap- porti illeciti, anche se sono sulla borderline del consentito, ma danno comunque l’idea e il brivido del proibito. Ora conosciamo meglio Alessandra. Che cos’è un libro per te? Quale libro ti ha cambiato la vita? Sarà una frase fatta, ma per me il libro è un viaggio in tutti i sensi. Non solo un volo di fantasia; a volte capita che un libro ti faccia viaggiare dentro te stessa, ti spinga a porti domande, a conoscere luoghi di te che non sapevi ci fossero o avevi dimenti- cato. Il libro che mi ha cambiato la vita è “Noi, i Ragazzi dello Zoo di Berlino”; mi ha aperto gli occhi, facendomi rendere conto che c’erano realtà lontanissime dalla mia di adolescente “normale”, mi ha reso at- tenta e mi ha insegnato a non giudicare le scelte altrui. Spesso ciò che scegliamo di fare o di essere è una scelta obbligata tra due mali, e optiamo per il minore, sapendo che è sbagliato in ogni caso. Non è vero che c’è sempre una scelta gusta da fare, a volte semplicemente no, non c’è. Un luogo simbolo per Quixote. Il web. La simbologia legata alla Quixote (per- ché Don Chisciotte cavalca un pezzo degli scacchi?. In realtà il nome l’ha scelto Francesca, è un nome che per lei è ricorrente nella sua sto- ria di cavallerizza, e le ha sempre portato fortuna, ma anche la simbologia legata agli scacchi è importante. Scacco matto! Perché romance MM sì e FF “nì” (nel senso che stentano)? Avete in catalogo FF o in previsione? Se fosse per me ti direi FF sì, sempre, ma siamo un’azienda e dobbiamo guardare agli interessi dell’azienda. Le storie lesbo hanno un mercato limitatissimo, perché la stragrande maggioranza di lettrici è etero, per cui il maschio ha il suo ruolo da con- quistatore, anche se gay. Svolge comunque la sua funzione di corteggiatore, protettore Musica o canzone preferita? Ascolto molta musica indie, in particolare “The Zen Circus”; è difficile nominare una sola canzona, ma, se devo, Il mondo come lo vorrei. Film o serie? Sono un’eterna romantica: Dirty Dancing. UPmagazine | 9