UP Magazine Winter 2019 #1 - Page 6

Nuove Realtà Editoriali QUATTRO CHIACCHIERE CON ALESSANDRA MAGAGNATO Intervista ad ALESSANDRA MAGAGNATO di QUIXOTE EDIZIONI BY RAFFAELLA V. POGGI Think different è il filo conduttore di UP Magazine, la vetrina da cui vi mostrerò ciò che mi piace, quello che mi affascina, e mi affascina proprio chi pensa in modo alternativo, chi sfida i limiti imposti da altri, il pensiero condiviso, chi osa, chi butta il cuore al di là del muro e lo sca- valca, perché è più importante “pensare diverso” che “apparire diverso”. Vorrei proporvi, attraverso interviste, l’altra faccia del romance e dell’editoria: quindi, non gli autori, ma conoscere qualcosa di chi e su ciò che sta “dietro”, cioè editori, grafici, traduttori, corret- tori di bozze, editor, librai, agenti, ad- detti agli uffici stampa, e anche a chi sta davanti… ai libri, cioè i lettori. Tra le cose che più mi intrigano e ciò che guardo con orgoglio è l’imprenditoria al femminile, in particolare le case editrici di donne coraggiose che si stanno affer- mando in un settore in aperta crisi quale è industria libraria oggi in Italia. Per il primo numero sono partita in quarta: sono andata a curiosare in una realtà che si sta affermando, una realtà vincente che è iniziata proponendo, ac- canto al romance classico sia italiano che straniero, i migliori MM, narrativa male/male, e romanzi intensi, i forbidden romance, traducendo e curandone l’edi- zione italiana, nonché il lancio e la UPmagazine | 6 promozione. Parlo della Quixote Edi- zioni, casa editrice online, nata dall’en- tusiasmo di Alessandra Magagnato e Francesca Giraudo, e che si avvale di tante collaboratrici di talento. Ho importunato Alessandra, qualche mese fa, quando ho iniziato a strutturare il magazine, e lei mi ha risposto con en- tusiasmo, così l’ho tempestata di do- mande. Ne è venuta fuori un’intervista intensa, carica e molto personale che vi svelerà anche qualche aneddoto. Partiamo? Alessandra, come nasce l’idea, il format della vostra casa editrice? Da dove siete partite, dai contatti, dalla burocrazia, dalla grafica, da un libro…? Qual è stata la prima mossa nel mondo editoriale? La nostra casa editrice nasce dalla pas- sione per i libri e anche un po’ per… sfida? Sfida verso noi stesse, come se avessimo voluto mettere alla prova le nostre capa- cità, sapendo che c’erano per fare le cose in grande, ma non avessimo potuto provarlo a noi stesse continuando a mantenere solo