Tutti i Bollettini di AMys IL BOLLETTINO DI AMYS n. 48-2019 - Page 10

PAGINA CLAUDIO: A chi ti sei ispirato per i personaggi originali creati da te e come ti sei rapportato per descrivere quelli classici come il BVZM? GIOVANNI: Per i personaggi accessori non ho usato ispirazioni specifiche, se non alcune figure classiche come i freakkettoni new age - ecco, forse il personaggio di George Clooney nel L’uomo che fissava le capre , ma non saprei dirti molto altro. Per quelli classici invece, essendo un lettore del BVZM, non è stato molto difficile. Perlomeno, spero di non aver fatto stupidaggini ma a valle c'era Al- fredo a controllare, quindi sono fiducioso . CLAUDIO: In generale, come ti rapporti con i di- segnatori che realizzano le tue storie e in particolare con Giovanni Nisi, disegnatore dell’albo? GIOVANNI: Normalmente, specie su NN, seguo molto i disegnatori i quali mi mandano regolarmen- te bozzetti, matite e inchiostri. E alla fine controllo anche il lettering, aggiustando battute e segnalando refusi. In questo caso invece tra me e Nisi pratica- mente non ci sono stati contatti, a parte all'inizio per consegnargli la documentazione. Non è né un bene né un male, è semplicemente andata così, ma da quel che ho visto il risultato è ottimo. CLAUDIO: Quali sono i personaggi e le tue storie preferite di Martin Mystère? Quali temi ti piacereb- be sviluppare? GIOVANNI: Le storie di MM che mi sono piaciute sono diverse, anche se ammetto di non essere stato un fan costante e di essermene perse un buon nu- mero. Mi piacciono molto le storie "what if", ne ri- cordo in particolare una geniale in cui il BVZM vi- veva in un mondo dominato da ogni tipo di religio- ne... Ma come dicevo prima, ogni storia esaurisce il "mystero" ad essa collegato, a parte le trame "orizzontali" riguardanti la continuity che sono ap- pannaggio di Alfredo non riprenderei mai un argo- mento di cui si è già parlato. CLAUDIO: Hai già altre proposte fatte ad Alfredo Castelli e su quale progetto stai lavorando adesso, sia in ambito fumettistico che in altri campi di tuo interesse? GIOVANNI: Purtroppo Alfredo mi ha già detto che non ci sono "slot" liberi per me su MM, almeno per ora. Per la SBE ho realizzato una miniserie ancora di là da venire a livello di disegni, quindi se ne parlerà tra non meno di un paio d'anni e sto la- vorando saltuariamente a Tex, ma di lavoro per i collaboratori esterni ce n'è sempre meno, anche con- siderata la chiusura di diverse testate come tutte quelle "satelliti" di NN . Lavoro molto per le riviste scientifiche Archim ed e e Co m ix & Science , entram- be curate da Andrea Plazzi per la parte fumettistica, e naturalmente continuo con le mie attività cinema- tografiche e televisive. Inoltre sto cominciando a scrivere romanzi per ragazzi sono gli unici in cui si può scrivere di fantasy e fantascienza e sperare di venderli, perlomeno in Italia. CLAUDIO: Complimenti per i tuoi lavori già in corso e per i progetti futuri, rimarrò sintonizzato per seguire le tue opere anche nel campo della nar- rativa per ragazzi. Sono dispiaciuto, invece, per MM speravamo di vederti presto al lavoro su una nuova storia di MM, anche perché ne Il cervello quantico ci sembrava che avessi le basi quantome- no per un nuovo incontro tra la protagonista e Java. GIOVANNI: In realtà, quella scena su Java è stata richiesta espressamente dal BVZA... E solo lui sa in cosa si evolverà! Quindi anche se non sarò io a rac- contarne il seguito, qualcosa bolle in pentola… CLAUDIO: Grazie Giovanni, per le anticipazioni. Nonostante la momentanea indisponibilità per nuo- ve tue storie su MM, speriamo comunque di rive- derti all’opera con storie del BVZM. E ancora grazie per l’intervista, anche perché hai avuto la pazienza e la disponibilità di rispondermi mentre eri in vacan- za. Alla prossima! GIOVANNI: Grazie a te! Ti lascio una foto di me scattata da Glenda appena finito di rispondere all'intervista, così capirai perché alcune risposte po- tranno sembrare un po' sconclusionate... Ho la testa tra le palme e i piedi nell'Oceano! GIOVANNI ECCHER 10