AMys - Bollettino Informativo n.36 - Luglio 2017 - Page 3

chio Zio Alfy)". L'AMys è un po' come il Labirinto, un posto dove ci si incontra fra simili, è come Borges, che gioca con i labili con- fini fra realtà e finzione, che non a caso è omaggiato nel personaggio di Jorge da Burgos (e poco importa che sia un cattivo, i cattivi sono spesso personag- gi interessanti) ne “Il nome della rosa” di Eco: la biblioteca dell’Abbazia del romanzo è costruita come un intrica- BVZAlf, ma di cinque anni più vec- chio. Logorroico e sempre in ritardo con le scadenze l'archeologo è diventa- to sempre più l'alter ego di Alfredo Castelli, da sempre conversatore bril- lante e simpaticissimo. E se Martin per i lettori è il Buon Vec- chio Zio Marty, per i fan che si sono riuniti nell’associazione AMys – che ha organizzato l’evento di sabato – lui è il Buon Vecchio Zio Alfy. L’AMys è l’Associazione Culturale Nipoti di Martin Mystère ed "è il mod o attraver- so il quale un gruppo dei seguaci del per- sonaggio a fumetti e del suo mondo si uni- sce per condividere le proprie passioni” dice al Fo glio Luca Salvadei, presi- dente e fondatore dell’Associazio- ne. “Ma questa è una risposta automatica. In realtà AMys non è un’Associazione Culturale, ma un luogo: è il posto nel cuo- re degli appassionati dove si incontrano i nostri simili, è il salotto della nostra mente nel quale si trovano e si ritrovano amici, compagni, sodali, fratelli o, per meglio dire, in questo caso, nipoti (del Buon Vec- tissimo labirinto. “Ho trovato molto di- vertente il secondo romanzo di Eco, Il Pendolo di Foucault, e all’epoca lo avevo defin i to un Martin Mystère all’ennesima potenza nel bene e nel male” dice Castelli al Fo glio . Se i fan di Castelli e Martin sono (indiscutibilmente, Salvadei è il primo ad ammetterlo) nerd, e un po’ lo è an- che Castelli (primo fan a essere diven- tato professionista, almeno in Italia), un nerd d’alto rango è lo stesso Franco Maria Ricci, come dimostra la sua creazione e anche la sua collezione d’arte accanto al Labirinto, con scultu- re e pitture dal Seicento al Novecento, che procede per misteriose associazio- ni di opere, degna, appunto, di un nerd. Ma di classe. Se infatti un nerd “medio” amante di Diabolik (passione giovanile di Ricci), cerca di procurarsi il numero uno del fumetto in edizione originale, l’editore ha iniziato la sua PA GI N A 3