AMys - Bollettino Informativo n.36 - Luglio 2017 - Page 2

PAGIN A 2 I primi 70 anni di Alfredo Castelli festeggiati con AMys Sabato 17 Giugno Alfredo Castelli ha festeggiato i suoi settant'anni, con fan e colleghi, fra i quali Guido “Silver” Silvestri, Lucio Filippucci, Giovanni Romanini, Antonio Sforza, Giovanni Freghieri, Fabio Piacentini, Luca Ber- telè, Enrico Lotti e Lucia Arduini. Lo ha fatto nel Labirinto della Masone, il parco culturale di bambù voluto dall’editore e collezionista Franco Ma- ria Ricci vicino a Fontanellato, nel parmense, e pensato al tempo della sua collaborazione con lo scrittore ar- gentino Jorge Luis Borges, appassio- nato di labirinti, che curava per lui la collana di letteratura fantastica “La Biblioteca di Babele”. Castelli lavora da cinquant’anni nel mondo del fumetto, ha visto questo mondo trasformarsi e ha contribuito a trasformarlo. Lo ha fatto scrivendo di tutto, dalle storie per Diabolik e Zagor, a quelle per Mister No e Walt Disney, mescolando il disegno con la cultura pop (di cui è sempre stato un grande appassionato, “qualunque cosa, Ca- stelli te la retrodata di almeno un seco- lo” ha detto l’editor Andrea Plazzi) e le opere di Oscar Wilde. Uno che nella vita ha messo il suo ge- nio, nelle opere solo il talento: i suoi veri capolavori, più che le storie a fu- metti, sono i disegnini che fa su amici e colleghi, purtroppo per ovvie ragio- ni non pubblicabili. Oltre che per il suo creatore, i festeg- giamenti sono stati anche per Martin Mystère, che è un caso raro di perso- naggio a fumetti: ha una data di nasci- ta, il 26 giugno 1942, stesso giorno del