AMys - Bollettino Informativo N.10 Aprile 2014 - Page 5

PAGINA 5 Infine, last but not least, si parla del mitico Palazzo di Giada della dearegina Xi Wangmu, importante figura della mitologia cinese. Ho idea che su questo versante ci potrebbero essere sviluppi. Un aspetto che è stato discusso a suo tempo sul Forum del BVZM: come mai nelle storie del Detective dell'Impossibile scritte da Cappi ci sono sempre donne bellissime e intelligentissime? Beh, bellezza e intelligenza non sono in contrapposizione – nel mio caso personale diciamo fascino e intelligenza, dato che negli ultimi tempi mi fermano per strada scambiandomi per Danny Trejo – e ho sempre amato le donne che uniscono entrambe le caratteristiche. Esiste un particolare dettaglio legato a questo romanzo: lo stesso giorno in cui ho cominciato a scriverlo ho conosciuto una donna che ora è la mia compagna di vita. In effetti somiglia un po' a un personaggio femminile di Dylan Dog, ma è la perfetta incarnazione del mio ideale femminile. Va bene, torniamo a L'ultima legione di Atlantide. Quando è ambientato il romanzo? Si svolge soprattutto – flashback a parte – nel marzo 1984, subito dopo il ritorno di Martin Mystère dalla spedizione a Tunguska con il professor Strokov. È un'epoca in cui Martin di rado si separava dal suo murchdana. Perché murchdana e non murchadna, come si è sempre letto nelle storie a fumetti? Fu una scelta fatta da Alfredo Castelli quando scrissi il primo romanzo: dovrebbe essere una trascrizione più corretta del termine originale. Quali sono i personaggi chiave del libro? La dottoressa Sara Haversham, archeologa americana che ha fatto un'importante scoperta in Manciuria nel 1936. Un collezionista italiano di nome Salvo Alibrandi, detentore di un segreto che potrebbe costargli la vita. Un ingegnere di nome William Greene, arricchitosi con brevetti basati su una scienza antichissima e dimenticata. Un gruppo di assassini equipaggiati con armi sconosciute. Ma anche Sergej Orloff, l'ex amico e rivale di Martin Mystère. In scena si vedono naturalmente Java, Diana Lombard, l'ispettore Travis e, appar- so anche nel romanzo precedente, il professor Strokov dell'Università di Mosca. Dov'è ambientata la storia? Si parte da una morte misteriosa in una tranquilla cittadina a nord di New York, ci sono capitoli ambientati a Barcellona (in una celebre casa progettata da Antoni Gaudì), a Berlino nei pressi della Ku-Damm, a Milano (in una zona di un certo interesse architettonico, rivalutata solo di recente), all'Università di Mosca e infine sul promontorio del Circeo. Ma attraverso i flashback si viaggia negli scenari della guerra tra Atlantide e Mu, e non solo. Come mai sono passati dodici anni dal romanzo precedente? Eh, l’altro romanzo uscì per Sonzogno con un successo degno di uno dei suoi migliori bestseller americani. Ma parte della casa editrice è stata assorbita dal marchio Rizzoli – stesso gruppo editoriale – lasciando fuori dai programmi il BVZM e in seguito anche me come traduttore del duo Preston & Child e di Jeffery Deaver (dopo che in un paio di occasioni avevo risolto grossi problemi proprio su edizioni italiane di Deaver, ma è noto che l'eccesso di competenza è una colpa imperdonabile nell'editoria italiana). Nel 2007 avevo portato il BVZM ad Alacrán Edizioni, casa editrice che avevo messo in piedi io e riempito di bestseller internazionali, ma anche in questo caso la competenza è stata punita severamente e la casa editrice è fallita. Per fortuna non tutti gli editori hanno un ufficio marketing con la mascherina sugli occhi e un numero sulla maglietta rossa, quindi Edizioni Cento Autori ha ripreso il progetto con la vera convinzione degli appassionati. Spero che questo romanzo non sia un episodio isolato ma sia solo la ripresa della serie che avrebbe dovuto cominciare dodici anni fa. Ultima domanda: che cos'è la Memoria Missione? Un espediente narrativo per fornire via via indizi al lettore. E coinvolgerlo nell'esperienza dell'ultima legione di Atlantide. In fondo chiunque di noi potrebbe essere un discendente di Atlantide o di Mu. E. nonostante la guerra di diecimila anni fa, come ci insegna Martin, ci può essere pace per tutti! (prosegue dalla colonna di pg. 4) Nell'autunno del 2000, Alfredo Castelli e Andrea Carlo Cappi scrivono insieme un romanzo a puntate con protagonista Martin Mystère in appendice al quotidiano online www.ilnuovo.it: Martin Mystère-Il codice dell'Apocalisse accompagna i lettori fino alla fine del millennio. Un nuovo romanzo breve con protagonista Martin Mystère, di Castelli & Cappi, esce nell'autunno del 2001 nell'antologia Roma fantastica-Orrori e misteri di ieri, oggi e domani, curata da Gianfranco De Turris e pubblicata da Edizioni Addictions nella collana I neri. Si tratta di Aeterna, un'insolita avventura mysteriosa ambientata nella Roma degli anni '60. In occasione del ventennale di Martin Mystère, celebratosi nell'aprile del 2002, esce l'opera più ambiziosa dedicata al BVZM: il romanzo Martin Mystère-L'occhio sinistro di Rama, edito da Sonzogno, con un'illustrazione di copertina di Lucio Filippucci. Si tratta di un prequel: l'avventura, che racconta alcuni episodi del passato di Martin, è ambientata tra il 1980 e il 1982 e si conclude alla vigilia del principio del primo albo della serie a fumetti. Nel 2007, per il venticinquesimo anno di vita di Martin Mystère, viene pubblicata da Alacran una antologia di racconti di Andrea Carlo Cappi che raccoglie anche la storia breve L’ultima risposta, pubblicato originariamente nel 1998 nel volume Mysteriosamente con lo pseudonimo di Alex Montecchi.