Tutti i Bollettini di AMys IL BOLLETTINO DI AMYS nr. 50-2020.def - Page 23

PAGINA Più di sei anni fa, il soggetto di Di' qualcosa di Nazca col titolo provvisorio di Ritorno a Nazca veni- va trasformato in sceneggiatura, e iniziava l'attesa per l'assegnazione a un disegnatore. Diversi gruppi di artisti si cimentarono successiva- mente nell'impresa, "bloccando" quindi la sceneg- giatura, mentre altre storie venivano man mano as- segnate ad altri artisti e portate a compimento. Per un motivo o per l'altro, però, i lavori di Di' qualcosa di Nazca non ebbero la stessa fortuna tra ritardi, "scomparsa" delle persone coinvolte e questioni per- sonali dei redattori, la storia fu accantonata, riasse- gnata, accantonata e infine quasi dimenticata. Diciamo "quasi" perché a fine , con il completa- mento de Il Grande Padre della Sardegna, lo stato d' ani- mo era quello giusto per continuare a lavorare sulla continuità storica della serie, e cosa c'era di meglio che sciogliere il nodo della presunta inutilizzabilità del tema delle figure di Nazca? La copertina principale della serie non fu mai com- pletata al % dal misterioso Dario del CRCStudio di cui non si conosce neppure il cognome , ma l'ab- biamo voluta comunque utilizzare, a causa della sua iconicità come gli appassionati hanno già capito, essa è un capovolgimento della copertina de Le piste di Nazca Martin Mystère n. , con Martin Mystère impegnato a imitare Homer Simpson mentre stran- gola il figlio Bart. L'artista Dario, un tradizionalista allergico a ogni genere di umorismo visivo, bocciò l'idea di rielabo- rare in chiave comica la figura di Nazca sullo sfon- do, ma accettò di raffigurare una Macchia di Ror- schach, mantenendo quindi intatta l'intenzione di alludere a un elemento fondamentale del fumetto che segue. <> 23 Altro salto temporale di mesi, prima di poter ve- dere pubblicata le prime due parti di GET A LIFE! nr Futuro Condizionale altrimenti conosciuto co- me Almanacco del Mistero bis . In concomitanza con la pubblicazione de Il Corriere del Mystero , dedicato ai malvagi del fumetto, in primis quelli mysteriani, è un Mister Jinx che non sembra invecchiato di un giorno a narrarci i perchè e i percome nel proprio diario, a partire da quando la sua mente fu trasferita nel corpo della sua inaffi- dabile assistente Molly. Chi mai si parò sulla sua strada a portargli l'idea rivoluzionaria che avrebbe condotto a questo impossibile futuro dove la morte ha perso significato? <