Tutti i Bollettini di AMys IL BOLLETTINO DI AMYS nr. 47-2019 - Page 19

PAGINA 19 Immancabile, come ogni anno, arriva l appuntamen- to con Alfredo Castelli e Lucio Filippucci in quel di Rimini Comix, in svolgimento i prossimi , , e luglio. Quest anno il dinamico duo presenterà un albetto dal titolo Martin Mystère presenta Mark Merlin a destra potete ammirare le matite di Lucio per la prima versione della copertina . Ma chi è Mike Marlin? E l ennesimo personaggio, un illusionista detective, creato da Alfredo Castelli nel , disegnato da Enrico Bagnoli per la rivista tedesca Zack . In ogni racconto Castelli si divertì a spiegare un semplice gioco di prestigio, che costitui- va la chiave di volta della trama. Nella serie c era un po' del Grand e Merlini, di Mand rak e e del telefilm The Magician di Bill Bixby. Il personaggio originaria- mente si chiamava Mik e Merlin, trasformato in Mark Merlin nell edizione italiana. Venerdì luglio l albo verrà presentato ufficial- mente alla Palazzina Roma alle ore . durante l incontro I due MM: Mysteri e Magie da Mark Merlin a Martin Mystère” con Alfredo Castelli e Lucio Filip- pucci moderati da Loris Cantarelli. La tavola che potete ammirare in alto è la prima prova di un progetto annoso che frulla per la mente di Alfredo Castelli e che riguarda la messa in fu- metto di quello che viene considerato il primo rac- conto di protofantascenza della storia, ossia il rac- conto scritto da Luciano di Samosata nel secondo secolo dopo Cristo intitolato "Una Sto ria Vera". Sto- ria affascinante e fantasiosa della guerra combattuta tra Endemione, Re della Luna, contro Fetonte, Re del Sole. La realizzazione è spettacolare, alla Gordon per intenderci, avvicinandosi nello stile di disegno e nella colorazione a quel grande capolavoro. Questa opera immane che farebbe tremare le vene ai polsi dello stesso Raymond la disegnerà Lucio Filippucci. Verrà pubblicata nell'allegato allo Speciale di Martin Mystère di quest'anno dal titolo Colpi di Luna , del quale Lucio ha realizzato anche la copertina. La spe- ranza di Castelli e Filippucci è quella che in Bonelli rimangano folgorati dall'opera e che si offrano di pubblicarla.