Tutti i Bollettini di AMys IL BOLLETTINO DI AMYS nr. 47-2019 - Page 17

PAGINA 17 Alcune novità che non possono mancare ad un mysteriano Nuova pubblicazione di Alfredo Castelli edita dalla casa editrice catanese AC Press in occasione di Etna Comics e nuovo tuffo nel passato nella immen- sa produzione del BVZAlf. Quest anno il Pitore di Santini ci racconta l evolu- zione de Il Carciofo , nata nel come pubblica- zione satirica amatoriale, per poi trasformarsi nel grande successo de Il Carciofo Nazionale , rivista che vantò innumerevoli tentativi di imitazione e che chiuse nel all apice del successo. Oltre ai testi sempre taglienti e divertenti di Castelli, nel volume troviamo una raccolta di illustrazioni, disegni, fotomontaggi che definire geniali è poco, a dimostrazione del fatto che oltre ad essere un fine sceneggiatore, Alfredo possiede anche il dono di essere ironico e dissacrante. La realtà si mischia alla fantasia. Chi può dire cosa ci sia di vero e cosa di inventato nel racconto del BVZAlf? La linea è veramente molto sottile. All interno troviamo l inserto chiuso Sciocchezze & Stupidaggini , ovvero una raccolta delle poche im- magini pubblicabili realizzate estemporaneamente dal BVZAlf tra il e il . Il volume è disponibile tramite AMys. La rivista online Arabeschi, promossa da un gruppo di ricercatori di diversi atenei, è dedicata allo studio dei rapporti e delle interferenze tra scrittura e visua- lità. Un ambito di ricerca che considera la letteratura in relazione ai vecchi e nuovi media visivi , con particolare riferimento al panorama contemporaneo italiano un territorio finora poco frequentato dai visual studies. Sul nr. , uscito ad aprile , è stato pubblicato un articolo di Marco Arnaudo dal titolo Alle origini dell’avventura: fonti, genesi e sviluppo di Martin Mystè- re”. Il saggio ripercorre le origini e la fase originaria del- la testata Martin Mystère. Vi si dimostra come que- sta serie sia passata attraverso diversi mutamenti, anche radicali. All inizio, la serie non riuscì a espri- mere il suo potenziale creativo a causa della tradi- zione avventurosa classica che caratterizzava la casa editrice Bonelli. Grazie alle possibilità offerte dalla forma seriale, Alfredo Castelli riuscì ad apportare modifiche graduali e sottili, fino al raggiungimento di una concezione pienamente matura. Il saggio di- mostra così anche alcune potenzialità narratologiche intrinseche alla narrazione seriale.