La street art a Torino. 9 itinerari alla scoperta dell'arte urbana Versione per PDF_ITA - Page 36

intende sottolineare come noi spettatori stiamo osservando un interno privato che si fa pubblico, permettendoci di stare sulla soglia senza essere visti. “Habitat” di Millo (foto di G. Sabini) Svoltando in via Lauro Rossi, raggiungiamo via Renato Martorelli: all’altezza del civico 48 troviamo una delle tredici facciate cieche dipinte dallo street artist Francesco Giorgino, in arte Millo. Le facciate creano un insolito habitat popolato da giganti: in tutte le tredici immagini, infatti, il soggetto raffigurato è perennemente fuori scala rispetto all’ambiente circostante. Habitat – questo è appunto il titolo del progetto con cui Millo nel 2014 ha vinto il bando internazionale di arte pubblica B.ART Arte in Barriera – ci invita a riflettere proprio sul rapporto tra l’uomo e il tessuto urbano, trasformato e ormai, paradossalmente, non più a nostra misura. Per orientarci al meglio fra le diverse opere di Millo situate in zona, è possibile consultare questa utile mappa. 36