La street art a Torino. 9 itinerari alla scoperta dell'arte urbana Versione per PDF_ITA - Page 11

Sul lato opposto della piazza troviamo invece la Galleria Umberto I: su sei lunette della volta dell’edificio l’artista Mauro Chesso ha realizzato l’installazione pittorica Negozi e mercati, un omaggio al mercato cittadino di Porta Palazzo. Accanto alla Galleria, in via Pietro Egidi 3, il collettivo di artisti Truly Design ha dipinto invece il murale Cùltus, una composizione anamorfica di colori sgargianti. L’opera fa parte del progetto TOward2030. What are you doing?, realizzato da Città di Torino e Lavazza per trasformare in street art i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile indicati dalle Nazioni Unite, ed è dedicata alla sconfitta della fame nel mondo. Un altro murale dell’iniziativa si trova sul lato ovest di piazza della Repubblica, in via Cardinale Cagliero, dove campeggia un’enorme balena fatta di rifiuti: si tratta di La vita sott’acqua, dipinto dall’artista Mr Fijodor e incentrato sulla difesa e la conservazione degli oceani. Proseguendo lungo via Cagliero, che diventa via Lanino, si entra nel dedalo di stradine della zona di Borgo Dora, dove sono stati realizzati decine di murales. Alzando lo sguardo in via Mameli 18 è possibile osservare Chorus, una danza di figure femminili in abiti tradizionali dipinta dall’artista Lisa Lazzaretti per il festival Picturin 2011. Entrando nel cuore del quartiere, piazza Borgo Dora, troviamo invece il Mosaico a frammentazione e ricomposizione ceramica per la Città di Torino, realizzato nel 1999 dagli studenti del Primo Liceo Artistico coordinati 11