FOCUS APCE 02.21 - Page 5

Focus 02 / 2021
L ’ INTERVISTA Intervista a Simone Tremolada del gruppo De Nora
Nonostante siano ormai utilizzati da decenni nel settore della protezione catodica , gli anodi al titanio attivato MMO rimangono spesso avvolti da un ’ aura di mistero . Cosa sono di preciso questi anodi ? e come vengono realizzati ?
Si tratta di anodi compositi in cui su di un substrato di titanio viene applicato un film elettro-catalitico di ossidi di metalli misti . Se il titanio venisse sottoposto ad una corrente anodica in un elettrolita svilupperebbe sulla sua superficie uno strato di ossido di titanio di spessore crescente che opererebbe da isolante impedendo in breve tempo ulteriori erogazioni di corrente nel terreno . Il film elettro-catalitico depositato sulla sua superficie è invece costituito da ossidi di metalli nobili del gruppo del platino ; si tratta soprattutto di rutenio , iridio e di ossidi di tantalio e zirconio all ’ interfaccia tra il film e la superficie di titanio . Tali ossidi sono stabili sotto l ’ azione della corrente anodica e garantiscono l ’ erogazione di corrente nel tempo . In primo luogo viene effettuata la lavorazione meccanica del titanio . Uno dei vantaggi di avere un anodo composito è che il titanio è molto duttile e può essere lavorato in diverse forme e spessori a seconda dell ’ utilizzo previsto . Effettuata la lavorazione meccanica si procede poi alle fasi successive che consentono l ’ applicazione del film elettro-catalitico , tale fase viene definita come “ attivazione ” dell ’ anodo . Si parte
5