Coelum Astronomia 253 - 2021 - Page 119

LUNA

La Luna di Marzo

di Francesco Badalotti

Sopra. Le fasi della Luna in marzo, calcolate per le ore 00:00 in TMEC. La visione è diritta (Nord in alto, Est dell’osservatore a sinistra). Nella tavola sono riportate anche le massime librazioni topocentriche del mese, con il circoletto azzurro che indica la regione del bordo più favorita dalla librazione. A destra. La tabella riporta gli orari di sorgere, culminazione, altezza (in gradi raggiunta all’istante della culminazione) e del tramonto, oltre alla costellazione di transito. Gli istanti e i dati degli eventi riportati, calcolati per le ore 00:00 in TMEC, sono topocentrici, ovvero riferiti alla posizione geografica di un osservatore posto a Long. 12° E; Lat. 42° N. Gli altri valori relativi al nostro satellite sono disponibili qui.

In marzo prosegue la fase di Luna Calante col nostro satellite che allo scoccare della prima nottata del nuovo mese sarà in età di 17 giorni a un'altezza di +40° transitando in meridiano poco dopo le 02:00 a +47° e visibile per tutta la notte fino all'alba. Per chi intendesse dedicarsi subito alle osservazioni lunari il menù sarà già ricco e abbondante. Infatti l'avanzamento del terminatore, già piuttosto evidente, potrà consentire lungo il confine fra la superficie illuminata e quella in ombra, dettagliate osservazioni di una innumerevole quantità di formazioni geologiche di varia natura e dimensioni. Dopo avere scandagliato il settore nordest ci si avvicinerà sempre più all'inconfondibile area scura basaltica del mare Crisium contornata dalle più chiare rocce anortositiche che lo separano dagli adiacenti mari Fecunditatis e Tranquillitatis. Notare che la fase calante avrà già fatto scendere la notte lunare sul settore più orientale del mare Crisium. Altre analoghe aree basaltiche di colore scuro, oltre a quelle appena citate, sono i mari Serenitatis, Nectaris e il Lacus Somniorum oltre all'estremità

www.coelum.com

119