Coelum Astronomia 253 - 2021 - Page 115

COMETE

di Claudio Pra

Con la Primavera arriva

la ATLAS

Dopo che nei primi due mesi del 2021 siamo stati costretti a proporre oggetti molto deboli, arriva finalmente una cometa che, nelle previsioni, dovrebbe risultare piuttosto interessante, pur non raggiungendo una luminosità elevata. Non sarà però marzo il suo periodo migliore, ma sarà comunque quello in cui cominciare a fare la sua conoscenza seguendone la crescita.

Il nome della nuova arrivata è C/2020 R4 ATLAS e la sua scoperta risale a qualche mese fa, precisamente a settembre dello scorso anno. A scovarla è stato un sistema automatizzato non nuovo a queste performance,

l’ATLAS (Asteroid

Terrestrial-Impact Last Alert

System), che ha l’obiettivo di

individuare oggetti pericolosi

per il nostro pianeta,

imbattendosi però spesso in

nuove e innocue comete.

In marzo, con il passaggio al

perielio, la ATLAS dovrebbe

cominciare a brillare di una

magnitudine discreta, che

dovrebbe aggirarsi attorno alla

decima grandezza. La sua crescita

continuerà in aprile

(presumibilmente fino alla

ottava-nona magnitudine) a

causa del suo avvicinamento alla

Terra, che la porterà a sfilare a

una settantina di milioni di

chilometri dal nostro pianeta.

Tornando al mese di riferimento

di questa rubrica, inizialmente le

condizioni osservative non saranno granché, con l’oggetto posizionato molto basso sull’orizzonte orientale, tra le stelle dell'Acquario prima e del Capricorno in seguito. Man mano le cose miglioreranno, con un guadagno in declinazione nel corso del suo spostamento verso la porzione meridionale della costellazione dell’Aquila. Il momento migliore per cercarla si collocherà comunque sempre a ridosso del termine della notte astronomica.

Buone osservazioni.

www.coelum.com

115