Coelum Astronomia 253 - 2021 - Page 102

Ricordiamo due importanti eventi nel corso del mese di marzo: nella notte fra sabato 27 e domenica 28 marzo si

tornerà all’ora legale estiva

(TU+2). In quella data, a

partire dalle ore 02:00 locali,

bisognerà portare gli orologi

avanti di un’ora.

IL CIELO DI

MARZO

di Redazione Coelum Astronomia

A metà marzo, le brillanti costellazioni diventate familiari nel periodo invernale – fra tutte la grande figura di Orione, certamente la più rappresentativa, senza dimenticare il Toro, l’Auriga, i Gemelli e il Cane Maggiore con la splendida Sirio – staranno ormai declinando verso ovest per lasciare il posto alle stelle primaverili.

Ad annunciare la nuova stagione è come sempre l’imponente Leone che, con il suo caratteristico profilo segnato dalla stella Regolo, dominerà già il cielo a sud, circondato da costellazioni molto meno appariscenti come il Leone Minore, il Sestante e la Chioma di Berenice. Niente a che vedere con l’impressionante lucentezza delle costellazioni invernali, ma c’è da tener conto del fatto che, in primavera, la porzione di cielo che si offre ai nostri occhi è quello che sta al di fuori del piano della Via Lattea, dove le stelle sono molto più rare. Potremo però dedicarci all’osservazione dei molti oggetti che si trovano al di fuori della nostra galassia, come le numerose e affascinanti galassie percepibili però soltanto al telescopio o al binocolo.

Più a est, le costellazioni della Vergine, con la bella stella Spica, del Boote, con l’arancione Arturo, e di Ercole, in successione, saranno già in viaggio verso il meridiano, annunciando con quest’ultima addirittura un sapore di estate.

Aspetto del cielo per una località posta a Lat. 42°N - Long. 12°E

La cartina mostra l'aspetto del cielo alle ore (TMEC):

1 Mar > 23:00

15 Mar > 22:00

31 Mar > 21:00

102

COELUM ASTRONOMIA