Coelum Astronomia 252 - 2021 - Page 137

LUNA

La Luna di febbraio

di Francesco Badalotti

Sopra. Le fasi della Luna in febbraio, calcolate per le ore 00:00 in TMEC. La visione è diritta (Nord in alto, Est dell’osservatore a sinistra). Nella tavola sono riportate anche le massime librazioni topocentriche del mese, con il circoletto azzurro che indica la regione del bordo più favorita dalla librazione. A destra. La tabella riporta gli orari di sorgere, culminazione, altezza (in gradi raggiunta all’istante della culminazione) e del tramonto, oltre alla costellazione di transito. Gli istanti e i dati degli eventi riportati, calcolati per le ore 00:00 in TMEC, sono topocentrici, ovvero riferiti alla posizione geografica di un osservatore posto a Long. 12° E; Lat. 42° N. Gli altri valori relativi al nostro satellite sono disponibili qui.

Ormai trascorso il plenilunio da alcuni giorni (28 gennaio), il nuovo mese si apre col nostro satellite in fase calante con età di 19 giorni già perfettamente osservabile dalla sera del 31 fino all'alba del 1 febbraio. Volendo scorrere lungo il terminatore, oltre alle sempre interessanti regioni polari nord e sud, nel settore nordest si consiglia l'osservazione della bella coppia Hercules-Atlas e del Lacus Somniorum con lato orientale del mare Serenitatis dove non si potrà mancare l'appuntamento col grande e spettacolare cratere Podonius di 100 km di diametro (già visto in un precedente articolo).

Nel settore centrale ci sarà l'opportunità di poter scandagliare il mare Tranquillitatis in tutta la sua estensione mentre poco più a sud sarà d'obbligo soffermarsi sul mare Nectaris dove sul suo lato occidentale si potranno ammirare Theophilus, Cyrillus e Catharina, tre imponenti e spettacolari crateri di 100 km di diametro dove la rispettiva conformazione è presumibilmente in stretta relazione con l'angolo di incidenza dei corpi meteorici impattanti all'origine di tali strutture unitamente alle rispettive velocità di caduta sul suolo lunare.

137

www.coelum.com