Coelum Astronomia 251 - 2021 - Page 33

Crediti: Lucas Pezeta

Ogni anno il calendario degli eventi astronomici è scandito da alcuni rari eventi, eccezionali e spettacolari, alcuni previsti dagli Almanacchi – come le eclissi, i transiti, le congiunzioni, ecc. – altri inaspettati e che richiedono l’aiuto della buona sorte, come è stato nel 2020 il passaggio della cometa C/2020 F3 Neowise.

Altre date sono invece collegate ad eventi ricorrenti, che gli astrofili attendono ogni anno per programmare le proprie osservazioni o per organizzare eventi pubblici. È il caso degli sciami meteorici più noti, Quadrantidi, Perseidi, Leonidi, Geminidi e altri ancora.

L’anno astronomico ci indica degli istanti ben precisi che da sempre segnano il succedersi delle stagioni, delle nostre orbite intorno al Sole e le fasi lunari. Momenti importanti che ben rappresentano il nostro stretto rapporto tra la vita quotidiana e gli eventi astronomici. Il giorno più lungo e quello più corto, l’escursione dei punti in cui il Sole sorge e tramonta, il punto più alto sulla volta celeste e quello più basso raggiunti dal Sole (e dalla Luna): occasioni anche per interessanti esperienze didattiche, ad esempio con l’ausilio di orologi solari.

Questi appuntamenti fissi, tra l’altro, non sono poi così costanti, nel senso che ogni anno si verificano variazioni nemmeno tanto piccole, che rivelano le complessità nella costruzione dei calendari, il ruolo degli anni bisestili e molti altri dettagli collegati ai moti celesti di Sole, Terra e Luna, che andiamo a vedere qui di seguito.

33

www.coelum.com