Coelum Astronomia 251 - 2021 - Page 16

Autostrada verso il termine del Sistema Solare

di Redazione Coelum Astronomia

È stata scoperta una nuova “rete di autostrade” per viaggiare attraverso il Sistema Solare molto più velocemente di quanto fosse possibile in precedenza.

No... non siamo all’interno di Guida galattica per autostoppisti, ma i viaggi all’interno del Sistema Solare sono governati dalle forze gravitazionali e dalle posizioni dei suoi principali abitanti, il Sole e i pianeti. Per questo le rotte dei vari corpi minori sono praticamente vincolate come fossero una rete stradale, ma allo stesso modo lo sono anche le rotte più efficienti e meno dispendiose – in termini proprio di carburante oltre che di tempo – per le sonde spaziali inviate in esplorazione (è il motivo, ad esempio, per cui più sonde verso Marte sono partite quest’anno e arriveranno più o meno assieme, a febbraio del 2021). Ora sono stati identificati nuovi “percorsi” che permettono ad esempio a comete e asteroidi nei dintorni di Giove di arrivare fino a Nettuno in meno di un decennio e fino a 100 unità astronomiche in meno di un secolo.

Le stesse rotte, quindi, potrebbero essere usate per inviare veicoli spaziali ai confini del nostro sistema planetario in modo relativamente veloce, ma queste nuove conoscenze aiutano anche a monitorare i NEO, asteroidi di passaggio vicino alla Terra che potrebbero entrare in collisione con il nostro pianeta.

Lo studio è stato pubblicato il 25 novembre scorso su Science Advances e descrive la struttura dinamica di questi percorsi, osservata dai ricercatori come una serie di archi all'interno di ciò che è nota come una “varietà spaziale” che si estende dalla cintura degli asteroidi fino a Urano e oltre. Questa "autostrada celeste" agisce su tempi di alcuni decenni, in contrasto con le centinaia di migliaia o milioni di anni che di solito caratterizzano le dinamiche del Sistema Solare.

Gli archi che spiccano di più sono quelli legati a Giove e alle forti forze gravitazionali che esercita. La popolazione delle comete della famiglia Giove (comete che hanno periodi orbitali di 20 anni) e dei cosiddetti Centauri, planetoidi ghiacciati che orbitano in una fascia tra Giove e Nettuno, sono controllati da tali varietà su scale di tempo senza precedenti, per cui nel loro moto attorno al Sole, alcuni finiranno per entrare in collisione con Giove o per essere espulsi dal Sistema Solare.

A questo punto servono nuovi studi, per capire come queste “autostrade” possano essere usate da veicoli spaziali e come si comportano in prossimità della Terra, influenzando il moto di asteroidi e meteoriti, ma anche le dinamiche e i moti della crescente popolazione di satelliti artificiali che abitano il sistema Terra-Luna.

16

COELUM ASTRONOMIA