Coelum Astronomia 251 - 2021 - Page 134

Bilancio 2020

Il 2020 è stato un anno senz’altro interessante in fatto di comete, reso eccezionale in luglio dalla C/2020 F3 NEOWISE, la Grande Cometa del 2020. Su questo splendido oggetto abbiamo ormai scritto di tutto. Ciò che lo ha reso davvero speciale è stata la lunga attesa di oltre due decenni per ammirare una vera grande cometa. Resterà scolpita nella nostra mente nell’attesa della prossima, che speriamo possa farsi attendere meno.

Prima della NEOWISE, in primavera, ha toccato il suo picco la C/2017 T2 PanSTARRS, oggetto già seguito nel corso del 2019 ma che nel 2020 ha raggiunto la massima luminosità (ottava magnitudine).

Sempre in primavera abbiamo ammirato un paio di belle comete “targate” ATLAS, la C/2019 Y4 e la C/2019 Y1, visibili con modesti strumenti.

A fine maggio la C/2020 F8 SWAN avrebbe dovuto mostrarsi parecchio luminosa e magari visibile a occhio nudo. Niente di tutto questo, con l’oggetto che, causa disgregamento, ha deluso le attese, risultando però visibile anche in diametri modesti, sia pur sotto un ottimo cielo.

Poi la Neowise si è presa la scena in luglio, e una volta scomparsa è cominciata l’attesa di altre comete, protratta fino in autunno, quando abbiamo potuto osservare la C/2020 M3 ATLAS, che stiamo ancora seguendo, pur in calo, anche lei “arrampicatasi” fino all’ottava magnitudine. Effimera ma interessante la C/2020 S3 Erasmus, che purtroppo abbiamo seguito fino alla sua scomparsa tra le luci del Sole, avviata verso il perielio proprio nel momento in cui stava raggiungendo valori molto interessanti. E infine, la periodica 88P/Howell, sempre molto bassa e difficile da osservare.

Buon 2021!

Sotto. Emozione all'orizzonte. Immagine della cometa C/2020 F3 NEOWISE di Lamberto Sassoli del 7 luglio 2020 alle 4:00 - PhotoCoelum

134

COELUM ASTRONOMIA