Coelum Astronomia 251 - 2021 - Page 126

Le falci Lunari di Gennaio

di Francesco Badalotti

Per gli appassionati di falci lunari appuntamento per la tarda nottata del 10 gennaio quando alle 05:06 sorgerà fra le stelle dello Scorpione una falce in fase di 26,5 giorni con frazione illuminata dell'11,7%. Il tempo a disposizione dovrebbe essere più che sufficiente per osservare al telescopio il notevole contrasto del settore centro settentrionale con le scure rocce basaltiche dell'oceanus Procellarum rispetto al settore centro meridionale in cui prevalgono le chiare rocce anortositiche tipiche degli altipiani. Da non perdere una visita alla inconfondibile "isola nera" del cratere Grimaldi e le cuspidi nord e sud.

Il mattino successivo, 11 gennaio, alle ore 06:20 fra le costellazioni di Ofiuco e Sagittario sorgerà una falce lunare di 27,5 giorni con frazione illuminata del 5%. In questo caso sarà importante porre la massima attenzione al fine di evitare di intercettare l'incombente luce solare, infatti avremo a disposizione decisamente meno di 1 ora per una eventuale e veloce visita telescopica.

Passando ora alle falci lunari in fase crescente, appuntamento per il tardo pomeriggio del 14 gennaio con una bella e sottile falce di 1,5 giorni con frazione illuminata del 2,9% che andrà a tramontare alle 18:24 fra le stelle del Capricorno e preceduta dai pianeti Giove (separazione di 8°) e Mercurio (separazione di 4°). Osservazione però problematica per la vicinanza del Sole appena tramontato.

La sera successiva, il 15 gennaio, alle ore 19:36 una falce di 2,6 giorni con frazione illuminata del 7,8% tramonterà fra le stelle di Acquario e Capricorno. Il tempo a disposizione, circa un’ora e mezza, potrà essere più che sufficiente per scandagliare col telescopio le innumerevoli strutture che già sarà possibile individuare sulla sua superficie, nel caso specifico il settore più orientale della Luna unitamente alle rispettive cuspidi nord e sud.

Per questa tipologia di osservazioni, oltre agli ormai noti parametri osservativi, risulterà determinante disporre di un orizzonte il più possibile libero da ostacoli e sperare nella clemenza delle condizioni meteorologiche, anche se la stagione invernale ormai avanzata potrebbe riflettersi negativamente sull'attività osservativa.

Luna di due giorni al tramonto ripresa il 17 novembre 2020 da Antonio Finazzi - PhotoCoelum

126

COELUM ASTRONOMIA