Coelum Astronomia 251 - 2021 - Page 110

Giove, Saturno,

la Luna e il Faro

di Kevin Saragozza

È il 19 novembre 2020 e Giove, Saturno e la Luna crescente formano in cielo un magnifico triangolo celeste.

Ho deciso di dirigermi in un luogo che mi ha sempre emozionato sin da quando ero bambino, il Plemmirio. Si tratta di un'oasi dove riesco a percepire un'energia ineguagliabile: tanta pace che rigenera l'anima. Ricordo ancora quando nella mia villa, guardavo la Luna e i pianeti con il vecchio telescopio di mio fratello maggiore e in questa immagine ho potuto unire la mia grande passione, l'astrofotografia, a un elemento chiave di questo fantastico luogo, il Faro Capo Murro Di Porco a Siracusa, in Sicilia.

Nonostante i vari spostamenti e tentativi per confermare una buona prospettiva tra il faro e gli astri in congiunzione, non riuscivo ad accontentarmi e trovare l'angolazione giusta, che mi soddisfacesse. Non volevo infatti che fosse la classica foto a largo campo! L'idea era quella di cogliere l'anima forte e possente di un faro che dona la sua luce ogni istante illuminando il mare, un po’ come la Luna di notte ci guida lungo i sentieri per raggiungere la nostra meta. L'unico modo per me era rinunciare alla panoramica e quindi gestire il tutto installando nella mia macchina fotografica un teleobiettivo da 600 mm che mi ha concesso, allontanandomi, di inquadrare in primo piano il monumento. La Luna, Giove e Saturno sembravano così abbracciare il Faro che domina in primo piano. In quel momento, guardando il display, alla vista dell’inquadratura che poi è divenuta la fotografia che vedete, ho provato un brivido lungo la schiena, una forte emozione: ho preso consapevolezza che avevo di fronte a me l'immagine che avrei sempre desiderato realizzare in quel luogo.

Gli astri e il faro, in quel momento, si stavano abbracciando come una madre con il proprio figlio. Un'immagine dotata di un’energia davvero forte, come se il faro e l'universo si fossero uniti in corpo celeste.

Molti mi chiedono qual è lo scatto perfetto per un astrofotografo. Io rispondo, che forse non esiste... ma quando sono con la mia macchina fotografica sotto il cielo stellato cogliendo la bellezza che ci dona... beh, è quello il momento perfetto! Perché l'universo mi ha chiamato in missione!

Sono molto soddisfatto di questo scatto fotografico e sono felice che la NASA abbia scelto questa immagine come APOD del giorno 8 dicembre. Per me è una grande gioia, poiché dentro questa immagine vive una grande energia!

Dettagli tecnici

Reflex digitale Canon EOS R con obiettivo Sigma 150-600 c

Posa di 6 secondi f/10 alla focale di 150 mm ISO 800 (scatto singolo)

110

COELUM ASTRONOMIA