Coelum Astronomia 250 - 2020 - Page 126

SUPERNOVAE

A cura di Fabio Briganti e Riccardo Mancini

Una Nova Extragalattica in M 31

Italian Supernovae Search Project

(http://italiansupernovae.org)

A sinistra. Immagine di scoperta della nova M31N-2020-11c ottenuta dal team dell’Osservatorio di Monte Baldo con il telescopio Ritchey-Chretien da 400 mm f/8.

Sopra. Team dell’Osservatorio di Monte Baldo, da sinistra Raffaele Belligoli, Flavio Castellani e Claudio Marangoni.

Continua purtroppo l’astinenza da scoperta per i ricercatori italiani amatoriali di supernovae. Ad essere sinceri, se escludiamo l’incredibile performance dell’astrofilo giapponese Koichi Itagaki, che in questo 2020 vanta al suo attivo ben 9 scoperte, anche nel resto del mondo, per gli astrofili che portano avanti questo tipo di ricerca, la situazione non è delle migliori.

Lasciando l’ambito delle supernovae, abbiamo però un’importante scoperta di una Nova Extragalattica nella galassia di Andromeda M 31, che rappresenta qualcosa di veramente speciale, perché si tratta della prima nova scoperta e classificata tutto in casa ISSP.

Nella notte del 5 novembre i componenti del team dell’Osservatorio di Monte Baldo (VR) formato da Flavio Castellani, Raffaele Belligoli e Claudio Marangoni hanno individuato una debole stellina di mag. +18.

Sotto. Sequenza con l’incremento di luminosità della nova M31N-2020-11c realizzata da Paolo Campaner con un riflettore 400 mm f/5,5.

COELUM ASTRONOMIA

126