Coelum Astronomia 246 - 2020 - Page 210

210

Coelum Astronomia

In luglio e agosto osserviamo

"Dal settore sudest verso nord" (Parte 4)

Giunti alla quarta tappa di

questo lungo viaggio

che dalle ormai

lontane regioni sudorientali ci

condurrà verso la

spettacolare scarpata

della Rupes Altai,

riprendiamo le nostre

osservazioni distribuendole nell'arco di luglio e agosto, in modo da apprezzare la differente percezione di molti dettagli al continuo variare dell'angolo di incidenza della luce solare in stretta relazione col progressivo avanzamento della linea del terminatore attraverso la superficie lunare da est verso ovest.

Per inquadrare la regione lunare oggetto di questa proposta basterà orientare il telescopio a metà strada fra la scura area basaltica del mare Nectaris e l'estremità inferiore della cuspide meridionale posizionandosi appena a sud dei bastioni meridionali della Rupes Altai, confidando nelle calde serate estive quando la stabilità dell'aria e l'afa contribuiscono almeno a ridurre i deleteri effetti della turbolenza atmosferica consentendo un seeing più o meno accettabile.

Si inizierà pertanto, in Luna Crescente, con la serata del 25 luglio col nostro satellite in fase di 5 giorni e a un'altezza iniziale che, alle 21:30, sarà di +23° rendendosi visibile fino a poco prima di mezzanotte quando scenderà sotto l'orizzonte, mentre nella successiva serata del 26 luglio avremo una fase di 6 giorni a un'altezza iniziale di +26°, sempre intorno alle 21:30, e visibile fino al suo tramonto poco dopo la mezzanotte. Come più scomoda alternativa, ma in Luna Calante, la medesima regione lunare potrà essere osservata anche nelle nottate del 10 luglio (sorge alle ore 00:01 in fase di 18,6 giorni) e 11 luglio (sorge alle ore 00:24 in fase di 19,6 giorni).

Per quanto riguarda il mese di agosto, in Luna Crescente, vengono indicate le serate del 24 agosto con la Luna in fase di 5,7 giorni a un'altezza iniziale di +19° alle ore 21:30, oltre al 25 agosto con fase di 6,7 giorni che alla medesima ora si troverà a un'altezza iniziale di +20°. Anche in questo mese la medesima regione lunare potrà essere osservata, ma in Luna Calante, dalla tarda serata dell'8 agosto quando sorgerà alle ore 23:08 in fase di 19 giorni.

Si parte allora nella prima serata con Lindenau, un cratere di 54 km di diametro la cui origine viene ricondotta al Periodo Geologico Imbriano Superiore (da 3,8 a 3,2 miliardi di anni fa). La cerchia delle sue pareti, alte circa 3.000 metri, presenta un discreto stato di conservazione con lunghe e ripide linee di creste ad eccezione del tratto a ovest-sudovest dove si nota la parziale sovrapposizione della parete est di Zagut. Sul fondo del cratere sarà possibile individuare numerosi rilievi collinari, depressioni del suolo e piccoli craterini con una imponente montagna in posizione centrale.

Nell'area esterna si consiglia una visita a una

Parte 1

Parte 2

Parte 3