Coelum Astronomia 245 - 2020 - Page 125

www.coelum.com

125

Occhi sulla C/2020 F8 SWAN

COMETE

di Claudio Pra

Continua il buon periodo per quanto riguarda le comete. Dopo un 2019 assolutamente piatto, questa prima parte di 2020 si è rivelata ricca di oggetti interessanti da seguire, con prospettive future ancora molto promettenti. E allora, nel mese che ci porta all’estate, concentriamo la nostra attenzione su una vecchia conoscenza ma soprattutto su una nuova arrivata, con quest’ultima che potrebbe rivelarsi un “astro chiomato” notevole, pur con i limiti imposti dalla sfavorevole posizione in cielo.

Cominciamo subito dalla star del mese, la C/2020 F8 SWAN, che ha già dato spettacolo nell’emisfero australe raggiungendo ai primi di maggio la quinta magnitudine e la visibilità ad occhio nudo, sfoggiando nelle fotografie una lunga splendida coda di ioni. Purtroppo, con l’approssimarsi del perielio, la sua luminosità anziché aumentare si è in seguito un po’ ridotta e sono iniziate a circolare voci su una possibile rottura del nucleo come avvenuto per la C/2019 Y4 ATLAS. Speriamo invece sia solo una pausa dopo la grande e inaspettata attività mostrata precedentemente, anche perché altrimenti sarebbe l’ennesima beffa per noi osservatori boreali, sfavoriti finora dalle condizioni prospettiche dell’oggetto e già avviliti per la fine della già citata ATLAS.

Dopo il passaggio al perielio del 31 maggio, se tutto andrà bene, i primi giorni di giugno dovrebbero essere quelli topici, con la SWAN