Coelum Astronomia 235 - 2019 - Page 158

Sotto e nella pagina accanto in basso. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Coelum Astronomia

158

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per i mesi di luglio e agosto 2019. Gli orari sono espressi in TMEC, cioè all'ora indicata dai nostri orologi.

Mercurio

Luglio: mag. da +1,0 a +2,4; diam. da 9,4" a 11,7";

Agosto: mag. da +2,0 a –1,7; diam. da 9,7" a 5,0";

Visibile la sera al tramonto alla fine di luglio; visibile la mattina in agosto

In giugno, Mercurio ci ha donato un bel periodo di osservabilità serale, rendendosi ben visibile la sera dopo il tramonto.

Nei primi giorni di luglio avremo ancora modo di

meridiano raggiungerà (alla latitudine di 42° N) un’altezza dall’orizzonte di poco superiore ai +56°, contro i +70° di metà luglio. Ciò si tradurrà in un sostanzioso aumento delle ore utili all’osservazione degli oggetti del cielo profondo, così che se a inizio luglio la notte astronomica avrà una durata di sole 4 ore e mezza, a fine agosto si arriverà alle 7 ore e mezza.

Alle 22:11 TMEC del 3 luglio, inoltre, la Terra arriverà all’afelio della propria orbita, ovvero alla massima distanza dal Sole (pari a circa 152,1 milioni di chilometri, contro i 147,1 raggiunti al perielio e i 149,6 della distanza media). L’orario vale però soltanto per un riferimento geocentrico.