Coelum Astronomia 234 - 2019 - Page 116

Si inizierà il giorno 1 giugno, dalle 22:29 alle 22:35, osservando da nordovest a est-sudest. La ISS sarà ben visibile da tutta Italia con una magnitudine massima che si attesterà su un valore di –3,5.

Si replica il 2 giugno, dalle 21:39 verso nordovest alle 21:47 verso est-sudest. La visibilità sarà migliore dalle regioni settentrionali e adriatiche per questa occasione, con magnitudine di picco a –3,1.

Passiamo al giorno 3 giugno, dalle 22:26 in direzione ovest-nordovest alle 22:32 in direzione sud. Questo transito sarà osservabile da tutto il Paese, con una magnitudine massima di –3,0.

L'ultimo transito notevole di giugno si avrà il giorno 4 giugno, dalle 21:36 da ovest-nordovest alle 21:44 a sudest, con magnitudine massima a –3,7. Sarà ben osservabile da tutta Italia, sperando come sempre in cieli sereni per apprezzare al massimo il miglior transito del mese.

STAZIONE SPAZIALE

A cura di Giuseppe Petricca

I TRANSITI DELLA ISS IN GIUGNO

Giorno

Ora

inizio

Ora

fine

Direz.

Direz.

N.B. Le direzioni visibili per ogni transito sono riferite a un punto centrato sulla penisola, nel Centro Italia, costa tirrenica. Considerate uno scarto ± 1-5 minuti dagli orari sopra scritti, a causa del grande anticipo con il quale sono stati calcolati. Si consiglia di controllare le corrette circostanze con l’uso dei software online, come http://transit-finder.com/ o

https://www.calsky.com/cs.cgi/Satellites/4

DOVE SI TROVA LA ISS ORA?

http://iss.astroviewer.net/

Coelum Astronomia

116

Live stream dalla ISS

http://www.ustream.tv/channel/live-iss-stream

Clicca qui per ottenere una previsione di massima del passaggio dei satelliti più luminosi. È sufficiente impostare data, ora e luogo di osservazione.

Transiti ISS notevoli per

il mese di Giugno 2019

Durante il mese di giugno la ISS – Stazione Spaziale Internazionale sarà rintracciabile nei nostri cieli in orari serali, quindi senza la necessità della sveglia al mattino prima dell’alba. Avremo a disposizione cinque transiti notevoli con magnitudini elevate, tutti concentrati durante la prima decade del mese, auspicando come sempre in cieli sereni.

Mag.

max

01 22:29 NO 22:35 ESE –3,5

02 21:39 NO 21:47 ESE –3,1

03 22:26 ONO 22:32 S –3,0

04 21:36 ONO 21:44 SE –3,7

A destra. Stazione Spaziale Internazionale di Michael Barbieri - PhotoCoelum