Coelum Astronomia 228 - 2018 - Page 6

Una super-Terra in orbita intorno alla stella di Barnard?

NOTIZIARIO

Coelum Astronomia

6

di Ufficio Stampa Eso

È stato trovato un pianeta in orbita intorno alla stella di Barnard, un'antica stella nana rossa posta a soli 6 anni luce di distanza dalla Terra. Questo notevole risultato – pubblicato su Nature – è il risultato dei progetti Red Dots e CARMENES, protagonisti anche della scoperta del pianeta Proxima-b, in orbita attorno alla stella più vicina a noi, Proxima Centauri.

Il pianeta, battezzato "Barnard’s Star b", è ora il secondo esopianeta noto più vicino alla Terra. I dati raccolti indicano che il pianeta potrebbe essere una super-Terra, con una massa di almeno 3,2 volte quella della Terra, che orbita intorno alla stella ospite in circa 233 giorni. La stella di Barnard, la stella madre del pianeta, è una nana rossa, una stella fredda e poco massiccia, che illumina debolmente il mondo appena scoperto. La luce della stella di Barnard fornisce al pianeta solo il 2% dell’energia che la Terra riceve dal Sole.

Nonostante sia relativamente vicino alla stella madre – a una distanza solo 0,4 volte quella tra Terra e Sole – l’esopianeta si trova vicino alla linea della neve, la regione in cui i composti volatili come l’acqua si condensano sotto forma di ghiaccio solido. Questo mondo gelido e oscuro potrebbe avere una temperatura di -170 °C, rendendolo inospitale per la vita così come la conosciamo.

La stella di Barnard, che prende il nome dall’astronomo E. E. Barnard, è la stella isolata più vicina al Sole. La stella è antica – probabilmente ha il doppio dell’età del Sole – e relativamente inattiva, ma è nota per avere lo spostamento apparente nel cielo notturno (moto proprio) più veloce di qualsiasi altra stella. La velocità totale della stella di Barnard rispetto al Sole è di circa 500.000 km/h. Ciò nonostante, non è la stella più veloce che si conosca. Quel che rende degno di nota il moto della stella è come appare muoversi nel cielo notturno vista dalla Terra, velocità nota come moto proprio. La stella di Barnard percorre una distanza in cielo equivalente al diametro della

Crediti: ESO/M. Kornmesser

Leggi lo speciale dedicato alla scoperta di Proxima b e la ricerca sugli esopianeti su Coelum Astronomia 204.