Call of Cinema #6 Numero 6 2019 - Page 19

Data di uscita:

25/01/2018

Durata: 132 min.

Genere: Romantico

Regista: Luca Guadagnino

Voto su R.T.:95%

Chiamami con il tuo nome

Fin troppa semplicità

Parliamoci chiaro a me non è piaciuto questo film perché troppo semplice e troppo lento ma non siamo qua per parlare di quel che piace a me bensì della qualità del film per cui è un ottimo film, con una trama con tematiche forti e ben gestite e una buona caratterizzazione dei personaggi. Il film è diretto da Luca Guadagnino mentre il cast è composto da: Armie Hammer (Mine, Animali Notturni) che interpreta Oliver, Timothée Chamalet (Il re, Lady Bird) che interpreta Elio, Michael Stuhlbarg (La forma dell'acqua, Hugo Cabret) che interpreta Mr. Perlman, Amira Casar che interpreta Annella Perleman. Il film è ambientato negli anni 80 e racconta della storia di amore tra un diciassettenne e un giovane adulto assistente del padre. La trama è piuttosto originale ma fin troppo lenta facendo calare un po l'attenzione a causa della lunghezza. I personaggi sono ben caratterizzati e non si sente del gran numero di essi visto che quelli in eccesso sono praticamente solo secondari. La colonna sonora ha un diffettuccio riguardate il doppiaggio che non coincide con le voci dei personaggi non doppiati poichè parlano già in italiano, ma lì non si può fare troppo; invece la parte riguardante i brani musicali fuziona molto bene. La sceneggiatura infine è piuttosto buona: i dialoghi sono scritti con molta ma molta cura, i copi di scena scena sono un filo deboli e le ambientazioni di campagne italiane sono semplicemente fantastiche. Nel complesso è un ottimo film che tratta tematiche forti in ottima maniera ma può non piacere a tutti a causa del suo ritmo non proprio veloce.

Voto di Muso: 8,7