ARPE-9-10-2021-V8-web - Page 29

stipulato per la sostituzione e comunque per un periodo non superiore a dieci giorni rinnovabili per una sola volta e non oltre il 31 dicembre 2021 . La violazione di tali obblighi comporta una sanzione da 600 a 1.500 euro .
In caso di una prestazione nelle parti comuni che si configuri come appalto o altro , il controllo del Green-pass spetta al datore di lavoro dell ’ azienda esterna e , anche se in via cautelativa , avendo l ' obbligo l ' amministratore della verifica dell ' idoneità tecnico professionale dell ' impresa appaltatrice o dei lavoratori autonomi , è opportuna una dichiarazione scritta da parte dalle imprese che i loro dipendenti inviati presso il condominio siano in possesso del Green-pass .
Per quanto riguarda l ’ amministratore , vi è un totale silenzio sia del decreto legge sia delle Faq governative ma in quanto libero professionista , quindi lavoratore autonomo con partita Iva , dovrà essere in possesso del Green pass , così come i dipendenti del suo studio professionale ed accedendo al condominio deve seguire tutte le precauzioni di cui alle norme ancora in vigore ( Dpcm del 2 marzo 2021 ).
Restano invariate le modalità di svolgimento delle assemblee di condominio per cui non vi è alcun obbligo di dotarsi del Green-pass per parteciparvi ( sempre dovuto il mantenimento della distanza interpersonale ed il corretto uso della mascherina ) salvo che non si svolgano al chiuso , in ristoranti , istituti di cultura , strutture ricettive , centri culturali , sociali e ricreativi , nel qual caso spetta al titolare o al gestore l ’ onere di procedere alle necessarie verifiche .
L ' amministratore e il presidente dell ' assemblea hanno l ' obbligo di garantire la partecipazione in sicurezza e a quest ' ultimo sarà demandato il controllo preventivo del possesso del Green-pass da parte dell ' amministratore .
Infine , ricordiamo che l ' autorità Garante per la protezione dei dati personali ha ribadito che non è consentito al datore di lavoro acquisire alcun dato relativo alla data di scadenza del Green-pass , tantomeno la data di scadenza , dalla quale si potrebbe dedurre l ' origine della certificazione , né richiedere informazioni in tal senso al dipendente , e che la verifica del possesso della certificazione verde e ammessa solo mediante l ' applicazione “ Verifica C19 ”. Non vi è un obbligo di verifica giornaliera ma si pone a carico del titolare solo l ' onere di informare i dipendenti , nominare i soggetti preposti al controllo , organizzare verifiche periodiche e procedere alle contestazioni in caso di elusione dei controlli o del mancato rispetto delle prescrizioni .
* Avvocato , consulente ARPE
Settembre / Ottobre 2021 la PROPRIETÀ edilizia | 29