ARPE-9-10-2021-V8-web - Page 23

zione , salva l ’ insorgenza , in sede di bilancio consuntivo , di un credito da rimborso per gli eventuali avanzi di cassa residui .
Cessato l ’ incarico di amministratore , a chi deve essere riconsegnata la documentazione contabile condominiale
L ’ ordinanza n . 18185 della Corte di Cassazione , pubblicata il 24 giugno 2021 , fornisce un ’ apprezzabile interpretazione all ’ art . 1129 , ottavo comma , c . c ., che , limitandosi ad imporre l ’ obbligo in capo all ’ amministratore che abbia terminato il proprio incarico di consegnare la documentazione inerente all ’ intera attività di gestione condominiale , non specifica chi sia il soggetto al quale detta consegna debba essere effettuata .
La questione origina dalla pretesa azionata innanzi al Tribunale Civile di Catania da parte di due condomini , i quali pretendevano che l ’ amministratore uscente consegnasse loro il rendiconto della gestione straordinaria della piscina dell ’ anno 2012 e quello , parziale , della gestione ordinaria 2013 . Sosteneva , invece , l ’ amministratore che nei Condominii ove sia obbligatoria la nomina di un amministratore ai sensi dell ’ art . 1129 , primo comma , c . c ., i documenti inerenti alla gestione , ivi compresi i rendiconti , dovessero essere consegnati soltanto al nuovo amministratore nominato dall ’ assemblea e non anche ai singoli condomini che ne facessero richiesta . E detta pretesa ha portato avanti anche con il ricorso in Cassazione dopo che la Corte d ’ Appello di Catania , ribaltando la decisione del Tribunale che gli aveva dato ragione , aveva riconosciuto in capo ai due condomini il diritto ad ottenere la consegna dei documenti richiesti .
La Suprema Corte , nel confermare la sentenza della Corte territoriale , ha così sostanzialmente motivato la propria decisione : fermo l ’ obbligo in capo all ’ amministratore di consegnare l ’ intera documentazione in suo possesso inerente l ’ attività gestoria e perciò anche di rendere il conto della gestione – conclusione a cui era pacificamente pervenuta la giurisprudenza , facendo applicazione del generale obbligo di rendiconto e di restituzione imposto dall ’ art . 1713 , primo comma , c . c ., considerato che trattasi di documentazione che l ’ amministratore detiene unicamente nella sua veste di mandatario e che è di esclusiva pertinenza dei condomini mandanti – ove l ’ assemblea abbia tempestivamente provveduto alla designazione di un nuovo amministratore , l ’ amministratore uscente deve necessariamente consegnare quella documentazione a costui in considerazione del fatto che la delibera di nomina ha efficacia nei confronti anche dei terzi ai fini della rappresentanza sostanziale del Condominio . L ’ e- ventuale mancata nomina di un nuovo amministratore , invece – circostanza che il ricorrente ha prospettato essere avvenuta nel complesso immobiliare – non legittima alcuno ius retinendi da parte dell ’ amministratore uscente , in quanto il rapporto di amministrazione sussiste pur sempre con i singoli condomini mandanti del mandato collettivo e non con il Condominio inteso quale soggetto distinto ed unitariamente considerato . Stante , dunque , l ’ estinzione del mandato collettivamente affidatogli , l ’ amministratore uscente deve consegnare la documentazione anche al condomino che gliene faccia richiesta , potendosi presumere che detta richiesta interessi ugualmente tutti i condomini , in quanto affare ad essi comune .
Settembre / Ottobre 2021 la PROPRIETÀ edilizia | 23