AMys - Bollettino Informativo N.31 - Agosto 2016 - Page 6

PAGINA 6 Il BVZAlf protagonista al WOW di Milano. Nell’ambito della grande mostra “DIABOLIK—Il passato, il presente, il futuro”, visitabile presso il WOW di Milano fino al 18 settembre, è stata organizzata la rassegna “Estate Diabolika”, una serie di appuntamenti dedicati la Re del Terrore. Sabato 23 luglio Alfredo Castelli è stato il protagonista di un incontro molto speciale dal titolo nel più puro stile castelliano: “POMERIGGI UGGIOSI, OVVERO COME TIRARE SERA IN UN SABATO D'ESTATE QUANDO GLI AMICI SONO IN VACANZA”. Battute a parte, Alfredo Castelli non solo non è mai noioso ma soprattutto è uno degli autori più indicati per raccontare le origini più o meno remote del "Re del Terrore": è infatti autore di un corposo saggio dedicato al mito di Fantômas, e soprattutto ha cominciato a collaborare a Diabolik nel 1964, pochissimo tempo dopo la sua creazione. Nel gennaio 1965, sulle pagine di Diabolik, è comparso il suo primo lavoro fumettistico, la serie umoristica Scheletrino; poco più tardi ha cominciato a scrivere le avventure dell'inafferrabile criminale, alcune delle quali, come "La morte di Eva Kant", sono divenute dei classici. Soprattutto, è all'origine di molte idee diabolike “fuori canone”, dalle strisce per i quotidiani, ai raccon- ti brevi “localizzabili” al “remake” della prima avventura. Dalla sua collaborazione con Mario Gomboli sono nate Diabetik, la prima delle molte parodie di Diabolik, e otto storie pubblicate da Cosmopolitan, nelle quali Eva Kant è protagonista assoluta. L’incontro è stato anche l’occasione per informare i presenti sui progetti futuri di Castelli: a cominciare con gli albetti La città in equilibrio, illustrato da Rodolfo Torti, ambientato a Civita di Bagnoregio, e allegato gratuitamente a Repubblica dell’8 luglio per il Lazio, e Martin Mystère incontra Zio Boris, il più recente di una serie di fascicoli pubblicati fin dal 2001 nell’ambito di Riminicomix. Zio Boris, la terza striscia a fumetti italiana (dopo il Gatto Filippo e le Sturmtruppen di Bonvi su Paese Sera), creata nel 1969 da Alfredo Castelli & Carlo Peroni, e ripresa oggi da Daniele Fagarazzi in appendice a Martin Mystère, potrebbe infatti avere presto un sorprendente rilancio. Si è poi spaziato sul passato e sul futuro sfogliando lo “Speciale Martin Mystère” numero 33, Anni 30: Troppi Super Eroi!, e, soprattutto, si è parlato dei due grandi eventi mysteriani del 2016, che vedranno la luce il 1° settembre e il 5 novembre di quest’anno (leggete il resoconto dell’incontro a sinistra).