AMys - Bollettino Informativo N.30 - Giugno 2016 - Page 3

le, “Snow Upon the Desert”, finora inedito. Mi sono sembrati ottimi spunti: nella storia, anche Martin Mystère ha accesso alla “stanza segreta”, s’imbatte nel romanzo inedito e vi trova riferimenti alla Grotta dei Nuotatori. La cosa lo colpisce, perché il sito archeologico viene scoperto negli anni Trenta, mentre si sa che Agatha visitò per la prima volta l’Egitto ventenne, negli anni Dieci, e scrisse “Snow Upon the Desert” una volta tornata in Inghilterra. Il secondo libro riguarda invece la cronaca del viaggio intorno al mondo che la scrittrice compì nel 1922 con il primo marito, il Colonnello Archibald Christie. È, come recita il sottotitolo, un Album di lettere e fotografie. Da lì ho tratto informazioni circa la seconda visita in Africa di Agatha. Nella storia vedrete che la scrittrice si reca alle Cascate Vittoria: è tutto vero, così come è vero che andò in Egitto nel 1910 e sono vere le motivazioni per cui vi si recò. Io ho soltanto ideato il mystero; ovvero, in questo caso, la spiegazione della sparizione della scrittrice nel 1926, collegato alla Grotta dei Nuotatori e a Zerzura, la leggendaria città