AMys - Bollettino Informativo N.24 - Ottobre 2015 - Page 9

A Modena una bella iniziativa per ricordare Bonvi. Il “Cuoken” delle Sturmtruppen che si aggiunge agli altri personaggi al Bonvi Parken di viale Amendola; una mostra su “Food & Comics” alla Biblioteca Delfini di corso Canalgrande; un’esposizione dei lavori giovanili di Bonvi alla Città dei ragazzi, in via Tamburini; una navetta per portare i partecipanti da una visita all’altra nel giorno delle inaugurazioni. Così sabato 3 Ottobre Modena, per iniziativa del Museo civico d’arte e della più importante biblioteca comunale, ha reso omaggio a Franco Bonvicini nel ventennale dalla sua scomparsa, che cade in coincidenza con l’anno di Expo 2015 a Milano. Sono passati vent’anni, infatti dalla morte di Bonvi, geniale e irriducibile cartoonist, uno dei maggiori protagonisti della scuola modenese del fumetto e del disegno animato, prolifica generatrice di autori di livello internazionale e ideatori di nuovi linguaggi. Nel segno del fumetto e del tema dell’anno, il cibo, la giornata di sabato 3 Ottobre ha visto in programma una serie di appuntamenti che si sono conclusi con l’inaugurazione della mostra “Food & Comics – Fumetti per tutti i gusti”, allestita nelle sale della Delfini a Palazzo Santa Chiara fino al 21 novembre. L’esposizione propone un percorso fra tavole a fumetti di grandi autori dedicate o in qualche modo collegate al tema del cibo. Presentata da Gianni Fantoni, assieme ai curatori Clod e Claudio Varetto, la mostra presenta opere originali delle maggiori star del fumetto come Lupo Alberto di Silver, Martin Mystère di Alessandrini o Braccio di Ferro, Popeye, di Segar. Una peculiarità è costituita dall’esposizione dei disegni della collezione di “U Giancu”, il noto “Ristorante dei fumetti” di Rapallo, una sorta di museo “atipico” del fumetto, alla cui tavola si sono seduti i più grandi cartoonist mondiali. Per la prima volta fuori dalle sue mura, è possibile vedere gli omaggi “culinari” a lui dedicati da Wolins