AMys - Bollettino Informativo N.18 Gennaio 2015 - Page 4

PAGINA 4 Grande successo di pubblico e di critica per la nostra esposizione ligure. Impossibile descrivere CARLO CHENDI, uno tra i più prolifici autori Disney. Ha narrato la storia di qualsiasi personaggio dei fumetti abbiate letto durante la vostra infanzia, da Pepito a Cucciolo, da Tiramolla a Paperino, da Cip e Ciop a Pippo. Crea per la Walt Disney, con i disegni di Giorgio Cavazzano, l’extraterrestre Ok Quack e l’investigatore Umperio Bogarto. Racconta l'identità segreta di Paperino "agente QQ7" (la storia Missione Bob Fingher ebbe il plauso della Disney Americana), e i duetti fra Pippo e la strega Nocciola. Sempre per Disney scrive un episodio di Paperino ambientato a Rapallo. E’ tra i fondatori dello studio Bierrecì (Bottaro, Chendi e Rebuffi) di Rapallo nel 1968. Nel 1996 riceve il Premio Yellow Kid come miglior autore, nel 1994 il premio Copertina d’argento dalla Walt Disney Company e, nel 2001, il premio U Giancu come miglior sceneggiatore. Nel 2010 ha vinto il Premio Papersera alla carriera. Ma tutto questo non è sufficiente! Carlo sta scrivendo una sceneggiatura in esclusiva per AMys che verrà pubblicata appena pronta. Siamo molto soddisfatti per il grande riscontro di pubblico e di critica che ha avuto la mostra PROFESSOR MYSTÈRE a Rapallo. Il nostro Daniele “Busne” Busnelli ha fatto le cose in grande e nella splendida cornice di Villa Queirolo, insieme all’ esposizione ha organizzato anche una serie di incontri sul fumetto che hanno coinvolto le scolaresche della cittadina ligure. Villa Queirolo Il primo di questi si è svolto il 27 dicembre alla presenza di CARLO CHENDI e ha visto la premiazione dei lavori dei ragazzi. AMYS era presente in massa! Con il secondo incontro AMYS inizia l’anno alla grande, sfoderando un tris d'assi d'eccezione! All’appuntamento del 3 Gennaio, intitolato “AMYS Presenta: Il linguaggio del fumetto”, hanno partecipato SERGIO BADINO, CARLO CHENDI e DIEGO CAJELLI, tre grandi sceneggiatori del fumetto italiano e internazionale. L'importanza degli ospiti è testimoniata dal grande afflusso di persone che ha gremito la sala conferenze dell’Accademia Culturale di Rapallo. Tra il pubblico erano presenti rappresentanti della carta stampata, del Comune, della Sergio Bonelli Editore e di Associazioni Culturali di più ampio respiro. L'interesse era anche suscitato dall'argomento trattato, il linguaggio del fumetto, ovvero un resoconto sincero e fedele di tutto quello che c'è dietro a quel centinaio di paginette che compriamo tutti i mesi in edicola. Molti ci hanno fatto notare che una conferenza del genere è rara nel mondo del fumetto, dove si parla più della parte visiva, invitando più disegnatori che sceneggiatori, lasciando più parlare le immagini che le persone. Evidentemente non s