4° Anno TEORIA 3. Archivi e file - Page 16

11 : Archivi e file Vers . 2.0 – Dicembre 2020
movimenti
PROG4
L ’ input è costituito sia dal file su disco movimenti sia da altri dati immessi da tastiera . Una volta elaborati dal programma PROG4 i dati di output saranno visualizzati sulla stampante e memorizzati sul file movimenti stesso
IL TRATTAMENTO DEGLI ARCHIVI SEQUENZIALI NOZIONI DI BASE
Con archivio sequenziale intendiamo un archivio in cui i record sono registrati in posizioni contigue a partire dalla prima . Quando su uno o più campi del record è possibile stabilire un ordinamento ossia è definibile un ordinamento logico tra le registrazioni ed esso coincide con l ’ ordinamento fisico , allora l ’ archivio viene detto archivio sequenziale ordinato altrimenti archivio sequenziale seriale .
N . B . Uno dei principali vantaggi nell ’ utilizzo di archivi sequenziali ordinati è che molte elaborazioni possono essere eseguite più velocemente rispetto a quelli ordinati . Pertanto spesso è necessario prima ordinare l ’ archivio nel caso non lo fosse prima di sottoporlo ad altre elaborazioni . Senza scendere nei dettagli molti metodi di ordinamento descritti l ’ anno scorso possono essere applicati tranquillamente anche agli archivi sequenziali ad accesso diretto , mentre ciò non è valido per gli archivi memorizzati su dispositivi ad esclusivo accesso sequenziale ( ad esempio i nastri ).
Tra le caratteristiche fondamentali dell ’ organizzazione sequenziale ricordiamo : - la possibilità di immissione solo in coda ( e quindi non viene perso l ’ ordine di immissione ); - i vantaggi per le operazioni batch ( ossia off-line ); - l ’ inefficienza per elaborazioni di tipo interattivo ( on-line ) a causa degli elevati tempi di risposta ; - la possibilità di utilizzare esclusivamente il metodo di accesso sequenziale puro .
Autore : Rio Chierego ( email : riochierego @ libero . it - sito web : www . riochierego . it ) Pag . 16